skip to Main Content
5 Semplici Regole Per Una Vacanza In Famiglia E Senza Stress Con La CBT Terapia Cognitivo Comportamentale

5 semplici regole per una vacanza in famiglia e senza stress con la CBT terapia cognitivo comportamentale

Spesso i comportamenti negativi derivano dalla ripetizione degli stessi errori nella persuasione che possano sortire esiti differenti, specialmente in tema di vacanza in famiglia.

Così, anno dopo anno, milioni di persone nel mondo procrastinano recidive con gli stessi schemi di approccio alla vita e digrignano i denti all’idea di un destino segnato che implica un periodo di vacanze come-da-schema trascorse con genitori ancora pronti a rimproverarle per aver colpito la maestra con il palloncino colmo d’acqua durante le vacanze di venti anni fa e consuoceri sempre all’erta, pronti a criticare ogni gesto e movimento o fratelli che ancora serbano rancore e sete di vendetta per liti infantili.

Non di rado l’organizzazione delle vacanze può diventare la goccia che fa traboccare il vaso, un momento in cui lo stress giunge all’apice e tutto è troppo. Si mangia e si beve troppo, si spende troppo e quando qualcosa va storto (situazione decisamente comune) ci si ritrova in uno stato di negatività totale che sarebbe stato facilmente evitabile previe piccole precauzioni. L’applicazione di semplici regole appartenenti al metodo di terapia cognitivo comportamentale CBT in grado di plasmare in positivo determinati comportamenti può rivelarsi efficace nel prevenire ansia, stress e negatività e trasformare le vacanze nel periodo più sereno e piacevole dell’anno da poter passare con la propria famiglia.

La terapia cognitivo comportamentale (CBT) è un metodo psicoterapeutico che aiuta i pazienti nell’identificazione del proprio problema al fine di potergli fornire gli strumenti più idonei per poterlo affrontare gestendo le proprie emozioni, i propri pensieri e le sensazioni che influenzano in maniera negativa determinati comportamenti ed atteggiamenti nei confronti della vita. Apprendendo le tecniche guida di gestione della crisi, la terapia cognitivo comportamentale CBT il soggetto sarà in grado di conquistare il benessere rivoluzionando le situazioni di stress in momenti positivi da condividere con la propria famiglia specialmente durante il periodo di vacanza.

Se lo stress della vacanza in famiglia appare un ostacolo insormontabile pronto a rendere nuvoloso un cielo d’estate, le sei strategie di seguito potranno di certo aiutare a riportare il sereno trasformando il cielo da terribile a terribilmente incantevole.

  1. Identifica le problematiche e trasformale in stimoli positivi

Uno dei punti critici che instaurano un circuito di negatività calcificata all’interno di una relazione in famiglia può scaturire dalla propensione a sentirsi in dovere di fare ciò che tutti fanno per potersi sentire approvati. Ciò che occorre fare, dunque, è prendere consapevolezza del fatto che l’apprezzamento deriva innanzitutto da se stessi ed avere il coraggio di scegliere in base alle proprie esigenze e desideri, a partire dalle attività svolte in famiglia che escano dagli standard dei ricordi imbarazzanti. Organizzare dei momenti in cui ogni membro della famiglia possa trovare il suo spazio per potersi raccontare o per condividere le proprie memorie di un incidente o di un determinato periodo può fungere da collante alternativo ed emotivamente vario, capace di toccare corde differenti della gamma emotiva umana, dal divertente al toccante, dal felice al malinconico. Un’altra strategia che possa fungere da coadiuvante potrebbe essere richiedere agli anziani di famiglia di esporre le proprie esperienze passate, gli episodi della propria infanzia perché possano essere tramandate alle nuove generazioni e, così, preservate nell’album dei ricordi.

  1. Non temere il cambiamento

Se la tua famiglia si ostina a comportarsi allo stesso modo senza mai cambiare atteggiamento anno dopo anno, probabilmente si sta innescando un meccanismo di noia ed abitudine dannosa. Stendere una lista di cambiamenti positivi da attuare ed implementare che potrebbero portare ad una svolta migliorativa nela vita in famiglia può essere un buon metodo per intraprendere un percorso distensivo iniziando, ad esempio, dalla meta, dal menu o dalle attività scegliendole in base a criteri come coadiuvanti della famiglia.

    3. Perdona e dimentica

È del tutto natura che talvolta vi siano momenti di stress e tensione all’interno delle dinamiche di famiglia, ma ad un’analisi attenta e consapevole si scoprirà come la tendenza umana alla procrastinazione in un determinato comportamento negativo non debba per forza impattare in peggio la vita di un soggetto. Parte delle terapia cognitivo comportamentale CBT prevede che il paziente impari a reagire in determinate situazioni da lui percepite come negative – e, una volta appreso l’utilizzo degli strumenti a sua disposizione, sia in grado di tramutare i propri comportamenti da negativi a positivi o, perfino, neutrali). In tal modo si scoprirà in grado di trovare la bontà nei rimproveri di zio Tom o che le critiche odiose della propria suocera lasciano sempre il tempo che trovano.

  1. Concediti una pausa

La pausa può essere fisica (portare il proprio amico a quattro zampe fuori per una passeggiata) o mentale (come concedersi cinque minuti in solitudine per staccare la spina e rilassarsi attraverso esercizi di respirazione controllata). Acquisendo consapevolezza dei propri livelli di stress e cominciando ad entrare in allarme nel momento in cui questi si alzano sarà possibile prendere immediati provvedimenti e sopperire alle sgradevoli conseguenze psicofisiche.

    5. Scegli di essere felice

Le emozioni che una persona prova sono conseguenza diretta delle scelte individuali tanto che anche in circostanze come drammi o crisi familiari, sta sempre al singolo decidere fino a che punto tali situazioni negative possano impattare o influenzare la propria esistenza. Evitare di inoltrarsi in discussioni in grado di ammorbare i propri pensieri tenendosi occupati o circondandosi di persone o familiari capaci di trasmettere positività può rivelarsi fondamentale ai fini di una vacanza rilassata e senza stress.

Seguendo questi semplici consigli non solo sarà possibile godere appieno del piacere di una vacanza in famiglia, ma perfino di ritrovare la gioia di un tempo pieno e sereno.

Con l’augurio che trascorriate una vacanza fantastica!

Fonte:  Ricepsychology

Articolo pubblicato il 1 giugno 2016, tradotto e adattato da Silvia Tramatzu e consultabile qui.

Antonio Fresco – Psicologo Milano

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top