skip to Main Content

ipnorelax stress relax rilassamento

Ipnorelax, una tecnica di rilassamento

L’ipnorelax è un ipnosi leggera che permette al soggetto di rimanere consapevole mentre costruisce con l’immaginazione, insieme allo psicologo psicoterapeuta, una serie di scene suggerite, come il proprio posto sicuro; non c’è una vera perdita di coscienza e di volontà, nonostante gli occhi siano chiusi, si percepisca un rilassamento muscolare e la respirazione diventi profonda e lenta.

Questo consente alla persona di sperimentare, consapevolmente, momenti di benessere psicofisico che possono avere una funzione di controcondizionamento a situazioni o stati di particolare tensione o disagio (Goldwurm e altri, 1986).

Diverse possono essere le tecniche di induzione:

  • fissazione dell’indice dell’ipnotista;
  • levitazione della mano;
  • fissazione diretta dello sguardo;
  • tecnica della moneta;
  • tecnica del faro;
  • confusione;
  • pendolo;
  • tramite segnale condizionatore;
  • tramite visualizzazione di forme e colori.

E’ importante sottolineare l’importanza della motivazione della persona al trattamento, dell’esperienza dell’ipnotista e del riconoscimento della sua autorevolezza da parte della persona, e di una esaustiva spiegazione dei meccanismi sottostanti all’esperienza ipnotica.

Sin dai tempi dell’antico Egitto si sapeva che la mente ed il corpo non sono entità separate, bensì s’influenzano reciprocamente.

Tali pratiche terapeutiche continuarono anche nella Grecia antica e fu proprio grazie ad Ippocrate che si consolidò ufficialmente il principio che le emozioni (già allora considerare come prodotti de cervello) avessero influenza sulle malattie fisiche.

Ma la vera svolta epocale dell’Ipnosi moderna è merito indiscusso di Milton Erickson (1902-1980), medico e psicologo, fondatore della Società Americana di Ipnosi Clinica.

L’ipnorelax può quindi essere considerato un’esperienza di livello ipnotico molto soft che consente alla persona di mantenere il controllo della propria volontà.

Si tratta di una tecnica utilizzata anche in terapia cognitivo comportamentale nella gestione dell’ansia, per la cura delle fobie e di molte delle paure che spesso limitano tanto o poco la vita.

Si apprende molto rapidamente, in poche sedute.

Dott. Antonio Fresco – Psicologo a Milano

 

Seguimi su facebook cliccando “Mi piace” alla pagina “Psicologia per la vita quotidiana“.

Se ti è piaciuto l’articolo, metti una recensione su Google.

 

 

Back To Top