skip to Main Content
Strategie Per Gestire L’ Alcolismo

Strategie per gestire l’ alcolismo

Gestire l’ alcolismo

La dipendenza da bevande alcoliche è una problematica che attualmente coinvolge milioni di individui nel mondo, distinguendosi come una delle abitudini più funeste. Vittime dell’alcolismo sono, infatti, anche coloro che  si trovano, loro malgrado, travolti dalla follia di persone rese incapaci di intendere e di volere dal bere, come avviene nel caso degli incidenti stradali.

I danni riscontabili nell’organismo dei bevitori sono risaputi, come sono note le complicazioni a lungo termine causate dall’alcol tra le quali rientrano malattie al fegato, danni irreversibili a livello renale, cardiopatie, impotenza maschile, cirrosi epatica, pancreatite, abbassamento drastico delle difese immunitarie e stati ansiogeni.

L’abuso di bevande alcoliche, inoltre, non solo palesa un alto grado di pericolo per la salute umana, ma si macchia spesso di una colpa che risulta essere direttamente correlata con i danni manifestati sul piano psicofisico: l’alcol può rovinare un’intera esistenza.

Per coloro che desiderassero disintossicarsi dalla propria dipendenza dall’alcol occorre anzitutto una presa di coscienza del proprio stato che funga da primo passo verso la conquista di un’autoconsapevolezza relativa alle difficoltà ad un percorso tortuoso che li vedrà protagonisti di una discesa nel profondo del proprio disturbo e del proprio ego, una strada ardua ma sicuramente benefica che, se intrapresa con convinzione, può rivelarsi come una vera e propria resurrezione.

Esistono diverse tecniche volte al controllo dell’alcolismo impulsivo-compulsivo. Tuttavia è fondamentale non illudersi e tenere presente che non avranno alcun effetto se non radicati su paradigmi d’attitudine mentale imprescindibili come motivazione, convinzione e determinazione. Smettere di bere deve diventare obiettivo vitale se si desidera che la tecnica guidi al successo in quella che si pone come una grande sfida con se stessi.

La lista che segue propone 10 strategie di testata efficacia volte ad affiancare e supportare come punti d’ancoraggio quanti desiderassero chiudere un triste capitolo della propria vita contrastando l’alcolismo:

  1. Prima regola: la convinzione. Chiedersi se si è davvero convinti fino in fondo prima di intraprendere una lotta personale ed esistenziale di tale portata non può che costituire la precondizione per poter salpare verso i mari ostili delle proprie dipendenze irrazionali. Solo dopo essersi opportunamente equipaggiati con grandi dosi di determinazione e volontà sarà possibile intravedere un reale obiettivo, meta che va perseguita fino in fondo, pronti ad affrontare delusioni e fantasmi senza demordere poiché su essa gravita l’esito di un’intera vita.
  2. Comunica la tua decisione senza alcuna remora a familiari ed alla cerchia dei tuoi amici. Mettili al corrente del fatto che è maturato in te il desiderio di dare una svolta alla tua vita ed evitare che degeneri a causa del tuo vizio. Non solo saranno pronti a prenderti per mano facendo il tifo per te, ma coloro che ti amano diverranno anche il fattore primario di cura, unico medicinale umano capace di infondere il balsamo lieve dalla terapia insostituibile e non reperibile in commercio che va sotto il nome d’affetto.
  3. Chiedi aiuto! Rivolgiti a gruppi di sostegno, terapeuti, specialisti, familiari ed amici durante il tuo percorso, senza mai dimenticare che se la strada verso la meta è ostile, lo sarà perfino di più quella verso il mantenimento del benessere conquistato. Talvolta la costanza e la perseveranza non sembrano sufficienti. In tali circostanze l’opzione migliore è ricorrere in umiltà a centri clinicamente qualificati nel supporto, supervisione e mantenimento degli stati faticosamente raggiunti.
  4. Scrivi l’elenco dei perchè. Una lista delle ragioni che hanno generato la tua voglia di cambiamento potrà ergersi a vademecum pronto a ricordarti il perché della tua decisione e supportarti motivandoti nella tua battaglia. Scrivi, dunque, e segui la mappa con grande impegno, fino in fondo.
  5. Concediti un breve periodo per metterti alla prova e poi comunicalo. Se ti ritieni soddisfatto estendi tale lasso temporale, dilata i giorni consolida le abitudini. Una volta che sarai giunto al punto in cui potrai affermare di aver concluso il periodo di controllo rispetto all’alcol e di poter gestire il tuo alcolismo, non esitare a coronare la tua vittoria condividendola con i tuoi cari: saranno fieri ed orgogliosi di te e ti faranno sentire il protagonista, perché protagonista sei ridiventato, di nuovo eroe del tuo quotidiano.
  6. Non aspettare. Anziché trascorrere le ore fantasticando su quali potrebbero essere le ipotetiche vie verso la guarigione, ricerca terapie di efficacia provata, rivolgiti a medici specialisti e chiedi supporto a chi ha le competenze per poterti offrire un piano terapeutico personalizzato, affiancamento ed informazioni essenziali nell’economia della cura e del suo del buon esito.
  7. Esplora i tuoi interessi. Mantieniti impegnato, investi tempo ed energie in una nuova attività all’aria aperta, stimola l’intelletto dilettandoti con le tessere di un puzzle o vola verso nuovi mondi virtuali a bordo delle pagine di un libro o dedicati al prossimo con iniziative di volontariato e ti troverai a scoprire che le vere fonti di appagamento diventeranno i tuoi piccoli gesti e non avrai più bisogno della bottiglia.
  8. Poniti degli obiettivi realistici, non facili, ma possibili, fa sì che diventino le tue priorità e mostrati pronto a raggiungerli, costi quel che costi senza fallimenti ammessi. Sii severo con te stesso, ne trarrai soddisfazione.
  9. Dai da fare alle mandibole. Se l’assenza del sapore dell’alcol in bocca sembra insostenibile e preludio di una crisi d’astinenza mastica gomme e confetti senza zucchero o ricorri a rimedi direttamente suggeriti da madre natura: sgranocchiare frutta e verdura come anguria, mele, carote o foglie di lattuga infatti, oltre ad essere un toccasana per la salute, si conferma tra i migliori metodi per placare le crisi determinate da un’assenza di alcol al palato assecondando le mandibole.
  10. Decidi senza condizionamenti.  Nessuno ti obbliga a bere, ricordalo. E non permettere a nessuno di prendere delle decisioni al tuo posto.

Antonio Fresco

 

Fonte: TheMentalHealthBlog.com

Articolo pubblicato da admin, il 12 luglio 2013, tradotto da Silvia Tramatzu e consultabile cliccando qui.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top