skip to Main Content
CBT E La Dipendenza Da Alcol E Droghe

CBT e la Dipendenza da Alcol e Droghe

Suggerimenti alternativi per superare la dipendenza da alcol e droghe con la terapia cognitivo comportamentale CBT

Recenti studi hanno appurato come la terapia cognitivo comportamentale o CBT sia in grado di dimostrarsi sostanzialmente più efficace rispetto al trattamento delle classiche 12 fasi indirizzato a coloro che si sottopongono a terapia di gruppo come gli Alcolisti anonimi. Inoltre, ulteriori ricerche hanno confermato come i programmi di terapia basati sui trattamenti per 12 fasi possano rivelarsi fonte di sofferenze e delusioni in quanto, in diversi casi, l’approccio previsto appare meno efficiente delle stesse liste d’attesa infinita previste per potersi sottoporre al trattamento stesso. A differenza dei programmi di terapia basati su gruppi a cui vengono sottoposto trattamenti in 12 passaggi, la terapia cognitivo comportamentale dedicata alla cura delle dipendenze è stata oggetto di numerose indagini accademiche ed è basata sulla scienza del comportamento umano. Inoltre, sempre a differenza degli altri programmi in 12 passaggi, il trattamento di terapia cognitivo comportamentale rivolta alla dipendenza si prende le distanze da qualsivoglia teoria secondo la quale la dipendenza è un problema intrinsecamente permanente, di durata pari alla vita dell’individuo. Secondo la terapia cognitivo comportamentale, infatti, la dipendenza coincide con un comportamento sovra-acquisito che assolve a necessità e soddisfa funzioni importantissime. L’obiettivo del trattamento, in questo caso, risiede nell’apprendere dei nuovi comportamenti che possano sostituire quelli ormai divenuti matrice della dipendenza.

 

La terapia cognitivo comportamentale (CBT) specifica per il trattamento della dipendenza si pone come una valida variante del celebre dodecalogo del movimento per l’auto-terapia e dei trattamenti indirizzati alla cura dall’abuso di sostanze.

Con “dipendenza da sostanze” di intende un problema che definisce l’abuso di sostanze di diversa natura, dall’alcol, alle droghe illegali o all’assunzione smodata di farmaci. Il problema legato alla dipendenza da sostanze si può sviluppare e può attecchire in svariati ambiti della vitaDipendenze quotidiana, dall’ambiente familiare a quello medico e non è affatto meccanicisticamente correlata ad ambienti in cui vige l’illegalità. Spesso il problema derivante dall’uso di sostanze si evolve degenerando in dipendenza attraverso un percorso che si colloca a metà tra il biologico, il sociale ed il psicologico.

Esistono delle prove empiriche e lampanti a dimostrazione di come la terapia cognitivo comportamentale o CBT sia in grado di intervenire contrastando la dipendenza da sostanze attraverso un metodo di apprendimento che consente al paziente di acquisire nuovi comportamenti in grado di smorzare la necessità o l’astinenza dall’uso delle sostanze stesse. Attraverso l’apprendimento di strumenti utili a fronteggiare le problematiche derivanti dalla dipendenza e dall’anelito alla reiterazione in azioni dannose, grazie nuovi schemi di comportamento, la terapia cognitivo comportamentale o CBT individua i fattori correlati all’abuso di sostanze, gli stessi che fungono da matrice scatenante della reiterazione del comportamento dannoso, germe della dipendenza.

La terapia cognitivo comportamentale CBT per la dipendenza da sostanze come alcol e droghe può includere:

  1. Dipendenza: Esercizi di consapevolezza o mindfulness

    La Mindfulness, o la capacità di entrare in empatia con il momento presente e le terapie basate su questa tecnica di consapevolezza, hanno dimostrato la loro efficacia nel trattamento della dipendenza di differente natura. Gli esercizi di Mindfulness aiutano le persone con problemi manifesti di dipendenza a tollerare le sensazioni e le emozioni poco piacevoli che potrebbero fungere da input scatenante per i comportamenti dannosi alla base della dipendenza stessa legata all’assunzione di sostanze. La Mindfulness può aiutare i pazienti ad identificare le urgenze ed a a sopportarle senza la necessità di agire in maniera inconsulta, un’abilità fondamentale per chiunque abbia avuto un vissuto con problemi legati all’abuso ed alla dipendenza da droghe o sostanze alcoliche.
    Avere una Dipendenza

  2. Dipendenza: Controllo degli stimoli

    Con il controllo degli stimoli si intende la tendenza di un soggetto a rispondere in maniera riflessiva ad uno stimolo, secondo la teoria pavloviana, ed in maniera differente qualora lo stimolo sia di natura altrettanto dissimile. In presenza di una dipendenza, le strategie di controllo dello stimolo implicano la valutazione delle situazioni, dei pensieri e delle sensazioni capaci di scatenare dei meccanismi di urgenza e di anelito alla soddisfazione dell’impulso. Ad esempio, guardare un semplice programma tv potrebbe sembrare un’azione sostanzialmente innocua, ma se la si paragona alla dipendenza dall’alcol si scopre che alla base di entrambi gli atti giace la stessa necessità di reiterare il gesto in maniera insaziabile. Molte persone ritengono che la maniera più corretta per porre fine ad una dipendenza risiede nel semplice abbandono della sostanza stessa. In realtà, ciò che è realmente fondamentale risiede nell’eliminare le potenziali tentazioni in quanto in esse risiede la molla propulsiva dell’atto scatenante legato alla dipendenza.

     

  3. Dipendenza: Autocontrollo

    La tendenza generale delle persone consiste nel sovrastimare o sottovalutare in maniera drammatica i comportamenti che dovrebbero cambiare in maniera consapevole. Con l’autocontrollo si intende la capacità di tenere traccia e monitorare i propri comportamenti nel tempo per ottenere una maggiore consapevolezza della frequenza del comportamento e identificare gli schemi mentali che potrebbero risultare fondamentaliDipendenze da Droghe nell’alterazione dei comportamenti. L’autocontrollo e auto-monitoraggio indirizzato al trattamento della dipendenza da sostanze non implica solo il tenere traccia di ciò che si assume, ma anche la possibilità di tracciare uno storico rispetto alla frequenza ed all’intensità dell’impellere dell’urgenza all’uso. Quando l’urgenza aumenta, diventa chiara la necessità, per il soggetto, di ricorrere ad interventi di terapia cognitivo comportamentale più mirati.

  4. Dipendenza: Analisi funzionale

    Quando i soggetti avvertono un’irrefrenabile necessità di assumere delle sostanze, solitamente appare utile un’analisi nel dettaglio relativa ai fattori che, combinandosi, fanno scaturire il bisogno e la dipendenza. Piuttosto che sottovalutare il problema identificando una sola causa scatenante, l’analisi funzionale si prefigge l’obiettivo di individuare le molteplici cause e condizioni alla base della dipendenza, fornendo più soluzioni possibili da adottare qualora la stessa situazione si presenti.

  5. Dipendenza: Allenamento alla tolleranza dell’impulso

    Un’importante traguardo nel trattamento della dipendenza consiste nell’apprendimento a tollerare l’impulso all’utilizzo di una determinata sostanza piuttosto che cadere in preda e soddisfare il bisogno. Attraverso l’applicazione delle tecniche di mindfulness, di regolazione emotiva, tolleranza allo stress e dell’abilità nel mettere in atto doti di gestione interpersonale, anche se il soggetto avverte un forte bisogno di assumere delle sostanze, rimangono dei margini di uscita dalla dipendenza senza troppi margini di rischio ricaduta.

     

  6. Dipendenza: Allenamento alla regolazione delle emozioni

    Droghe e alcol hanno la capacità di anestetizzare le sofferenze e le emozioni dolorose, il che potrebbe apparire positivo a breve termine, ma d’altro canto impedisce al soggetto di imparare a gestire ed affrontare in maniera funzionale le emozioni nel lungo periodo. Apprendere le tecniche di regolazione delle emozioni consente al soggetto affetto da dipendenza di affrontare e perfino smorzare l’impatto delle emozioni dolorose o tristi senza dover ricorrere all’utilizzo di sostanze.

Fonte: COGNITIVE BEHAVIORAL THERAPY LOS ANGELES

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top