skip to Main Content
Information Overloading Addiction

Information Overloading Addiction

Il primo esempio di problema generato dal piacere riguarda l’Information Overloading Addiction  ovvero la dipendenza da sovraccarico di informazioni reperite tramite web surfing (ovvero passare da un link di una pagina web all’altro), una tendenza sempre più diffusa grazie allo sviluppo di internet.

La persona che soffre di Information Overloading Addiction occupa la gran parte del suo tempo (sia a lavoro che a casa) in una intensa e poco proficua ricerca di informazioni su internet con l’obiettivo di ottenere tutte le informazioni possibili su di un certo argomento, trascurando attività e persone ritenute in precedenza molto significative.

Nonostante ci si possa rendere consapevoli di tale dipendenza, molti non riescono a resistervi infatti la velocità con la quale si reperiscono informazioni su internet porta ad uno stato di eccitazione dovuta alla sensazione di poter potenzialmente accedere a qualsiasi contenuto (Reuters, 1997), cosa impossibile fino a qualche anno fa.

I tentativi messi in atto da chi si rende conto del problema sono di mettere in atto periodi di astinenza forzata che finiscono per aumentare vertiginosamente il bisogno delle sensazioni di piacere dato dalla ricerca. Il più delle volte, lo psicologo che si occupa di tali problematiche rileva che il periodo di astinenza termina con abbuffate compulsive di web surfing con conseguente senso di colpa e calo dell’umore.

Uno degli interventi psicoterapeutici che si sono rivelati più efficaci per agire sull’Information Overloading Addiction consiste nel ritualizzare tale comportamento con prescrizioni obbligatorie di web surfing, molto frequenti ma di breve durata, con l’obiettivo trasformare la compulsione piacevole in un obbligo e l’eccitazione in noia.

Antonio Fresco
Psicologo a Milano

Il piacere diventa un problema, altri 2 esempi:

Seguimi su facebook cliccando “Mi piace” alla pagina “Psicologia per la vita quotidiana“.

This Post Has One Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top