Stress lavoro correlato. Come affrontarlo.

Chiunque abbia avuto almeno un’esperienza di lavoro  saprà cosa significa avere a che fare con lo stress lavoro correlato ed avrà presente la sensazione che si prova quando, ad un certo punto, la pressione sembra prevaricare qualsiasi altro pensiero.

 

Tutte le tipologie di professione presentano dei fattori di stress lavoro correlato, anche quelli che si amano o che paiono renderci felici, anche se si tratta del lavoro che si è sempre sognato. Nel breve termine, ad esempio, una causa dello stress potrebbe risiedere nelle consegne in tempi stretti o nel dover affrontare nuove sfide legate alle richieste di un cliente.

 

Ma quando lo stress lavoro correlato diventa cronico, può davvero risultare insormontabile — e dannoso, sia da un punto di vista fisico che psicologico.

Sfortunatamente, questa manifestazione di stress lavoro correlato a lungo termine, sembra essere sempre più comune e diffusa. Stando alle statistiche derivanti dallo studio condotto dall’ American Psychological Association’s (APA) stilate e diffuse nella Ricerca Annuale sullo Stress in America (annual Stress in America Survey), nel 2015, il 62% della popolazione americana ha accusato il lavoro come primaria fonte di stess. Solo il 37% degli americani che si sottoposero alle interviste dichiarò invece di riuscire a gestire lo stress lavoro correlato in maniera splendida o ottimale.

 

Un’ulteriore ricerca condotta dal Centro per l’Eccellenza nell’Organizazione dell’APA (APA’s Center for Organizational Excellence), infine, afferma quanto lo stress lavoro correlato sia una questione da non sottovalutare. Oltre un terzo dei lavoratori americani asserì di aver provato la sensazione derivante dallo stress lavoro correlato cronico e solo il 36% si dichiarò parte di un’organizzazione capace di provvedere in maniera efficiente alla questione, fornendo aiuto e supporto nell’affrontare lo stress.

 

Non sempre è possibile sempre possibile evitare le tensioni che potrebbero causare lo stress nell’ambito del lavoro. Tuttavia, ciò che si può fare è imparare a gestirlo attraverso alcune tecniche specifiche per lo stress lavoro correlato.

 

Le fonti più comuni di stress lavoro correlato

Alcuni fattori mostrano la tendenza all’associazione con lo stress lavoro correlato. Alcuni agenti di stress sul posto di lavoro possono essere:

  1. Basso stipendio
  2. Carico eccessivo di lavoro
  3. Scarsa possibilità di crescita o di fare carriera
  4. Il lavoro non risulta coinvolgente o abbastanza performativo
  5. Mancanza di supporto relazionale
  6. Difficoltà nel poter prendere parte alle decisioni legate al proprio lavoro.
  7. Aspettative non chiare e richieste incoerenti.

 

Gli effetti dello stress lavoro correlato fuori controllo

Purtroppo lo stress lavoro correlato non svanisce quando si varca la soglia della propria casa dopo un’intera giornata. Quando lo stress persiste può intaccare la salute ed il benessere generale dell’individuo.

Nel breve termine, un ambiente fonte di stress lavoro correlato può contribuire all’insorgenza di problematiche quali mal di testa, mal di stomaco, disturbi del sonno, malumore ed irascibilità e difficoltà di concentrazione.

Lo stress lavoro correlato, nella sua forma cronica può sfociare in insonnia, ansia, pressione particolarmente alta ed abbassamento delle difese immunitarie. Può perfino agire come responsabile di malesseri legati alla salute quali depressione, obesità e problemi cardiaci.

Quando giunge alle sue conseguenze più gravi, coloro che provano uno stress lavoro correlato eccessivo si trovano spesso a dover affrontare situazioni di estremo pericolo per la salute assumendo comportamenti dannosi come la tendenza ad abbuffarsi o di ingerire cibo spazzatura, esagerare con il fumo o cadere nella morsa di abuso di droghe e alcol.

Imparare a gestire lo stress lavoro correlato in pochi passi

  • Identifica i fattori di stress lavoro correlato. Tieni un diario per una o due settimane, fungerà da supporto e strumento valido per poter identificare le situazioni che sono state maggiormente responsabili delle sensazioni di stress e prendi nota di come hai reagito in tali circostanze. Scrivi i tuoi pensieri, le tue sensazioni e tutte le informazioni inerenti il contesto, comprese le persone presenti e le circostanze specifiche, il tuo stato fisico e la risposta che hai adottato. Hai alzato la voce? Sei corso alla macchinetta a fare il pieno di merendine? Sei uscito a prendere una boccata d’aria? Prendere appunti può rivelarsi un metodo efficiente nell’aiutarti ad individuare il quadro generale delle situazioni lavoro correlato ed a prendere coscienza delle tue reazioni.
  • Trova delle reazioni salutari.Anziché cercare di lottare contro lo stress rifugiandoti in un fast food o affidandoti alla bottiglia, prova a fare del tuo meglio per prendere delle decisioni salutari quando senti che sale la pressione. L’attività fisica, ad esempio, è un ottimo rimedio allo stress. Lo yoga, allo stesso modo, può renderti capace di affrontarlo in maniera ottimale, così come qualsiasi forma di sfogo o esercizio fisico. Inoltre potresti scegliere di dedicarti alle tue passioni ed a svolgere le tue attività preferite. Che sia immergersi nella lettura di un romanzo, andare ad un concerto o trascorrere una serata all’insegna del divertimento con i giochi da tavolo in famiglia, assicurati sempre di investire parte della tua giornata in ciò che ti rende felice. Anche il sonno di qualità è fondamentale per poter gestire lo stress lavoro correlato. Adotta delle abitudini sane dormendo abbastanza, limitando il consumo di caffeina specialmente dopo le ore pomeridiane e riduci le attività sovrastimolanti come l’utilizzo di dispositivi elettronici quali tv e computer durante le ore notturne.
  • Metti dei paletti.Nell’era digitale nella quale viviamo è facile sentirsi pressati dall’idea di essere reperibili 24 ore al giorno. Stabilisci dei confini tra la vita privata ed il lavoro, fallo per te stesso. Ciò potrebbe tradursi nell’importi la regola che vieta di controllare la posta elettronica del lavoro quando sei a casa la sera o di rispondere al telefono quando sei a cena. Nonostante le presone compiano delle scelte differenti e si comportino diversamente nell’affrontare la questione della separazione tra lo spazio della vita privata e del lavoro, imporre dei paletti ben chiari tra i due ambiti dell’esistenza può rivelarsi utile nel ridurre eventuali conflitti tra e, di conseguenza lo stress.
  • Prenditi del tempo per ricaricarti. Per evitare gli effetti negativi associati allo stress lavoro correlato ed all’esaurimento, è necessario prendersi del tempo per ricaricarsi e ripristinare i livelli di funzionamento fisiologico pre-stress. Questo processo di recupero richiede di “staccare la spina” dal lavoro concedendosi dei periodi di tempo durante i quali non si è impegnati in attività lavorative, né si pensa al lavoro. Per questo risulta cruciale disconnettersi, di tanti in tanto, assecondando le proprie esigenze e preferenze. Non permettere che le tue vacanze siano rovinate e non sprecare i giorni di riposo. Quando ti si presenta l’occasione, prenditi il tuo tempo, fallo per te stesso e rilassati, esala il peso della pressione così, quando tornerai al lavoro, ti sentirai rinvigorito e pronto a ripartire al massimo. Quando risulta più difficile concedersi delle pause, stacca un attimo e ricaricati spegnendo lo smartphone e focalizzando l’attenzione su attività non inerenti la sfera del lavoro.
  • Impara a rilassarti. Alcune tecniche come la meditazione o gli esercizi di respirazione profonda e la mindfulness (uno stato durante il quale si analizzano in maniera attiva le esperienze del proprio presente scevri da qualsiasi giudizio) possono aiutare a far defluire lo stress lavoro correlato. Comincia con l’assegnare pochi minuti al giorno alla concentrazione su attività semplici come respirare, passeggiare o goderti un pasto. La capacità di concentrarsi in maniera propositiva e con un atteggiamento positivo su una singola attività senza distrazioni migliorerà e si affinerà con la pratica finchè non ti renderai conto di poterla applicare in diversi ambiti della vita.
  • Apri un dialogo con il tuo responsabile. I lavoratori più sereni e sani sono, generalmente, anche i più produttivi, dunque il dirigente di qualsiasi azienda dovrebbe avere tutto l’interesse nel creare un’ambiente di lavoro che promuova il benessere dei dipendenti. Comincia con l’aprire un dialogo sincero con il tuo responsabile. L’intento non sarà quello di elencare la propria lista di lamentele all’infinito, ma piuttosto l’obiettivo consisterà nel mettere a punto un piano per poter affrontare gli agenti di stress lavoro correlato che hai identificato per poter dare il meglio nello svolgimento del tuo lavoro. Se da un lato alcuni punti del piano potrebbero essere sviluppati ad hoc per aiutarti a migliorare le abilità in aree quali la gestione del tempo, altri elementi potrebbero comprendere l’identificazione delle risorse capaci di promuovere il benessere dei dipendenti per le quali tu sarai coinvolto o ti farai portavoce, chiarire le aspettative nei tuoi confronti, riuscire ad ottenere l’aiuto necessario da parte dei colleghi o l’individuare e reperire le risorse per raggiungere i tuoi obiettivi, arricchire il tuo lavoro riflettendo su compiti più significativi o coinvolgenti, apportare dei cambiamenti all’arredamento o contribuire a renderlo più confortevole e ridurre la tensione.
  • Fatti aiutare e non temere. Accettare il supporto di amici fidati o dei membri della propria famiglia può essere essenziale nell’affrontare lo stress lavoro correlato. I lavoratori possono anche avere a propria disposizione delle risorse per la gestione dello stress attraverso un impiegato del programma di assistenza (EAP) – il che comprende anche delle semplici informazioni on line a propria disposizione – ed un riferimento o una consulenza disponibile da parte di professionisti in campo di salute mentale, se necessario.

 

Se lo stress lavoro correlato dovesse continuare a persistere, sarà doveroso rivolgersi ad uno psicologo o psicoterapeuta che possa fornire un aiuto qualificato ed autorevole nell’affrontare al meglio lo stress e cambiare la rotta delle malsane abitudini o comportamenti.

Antonio Fresco – Psicologo a Milano

 

Seguimi su facebook cliccando “Mi piace” alla pagina “Psicologia per la vita quotidiana“.

Fonte: BBC

Articolo pubblicato da American Psychological Association, tradotto e adattato da Silvia Tramatzu e consultabile qui.

Potrebbe interessarti anche Carattere e lavoro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *