Perché il narcisismo porta all’abuso dell’amore?

Come comprendere e prevedere l’abuso da narcisismo.

 

Una delle questioni più complesse da comprendere nella vita è come qualcuno che dice di amarti possa abusare di te. Le persone si sentono traumatizzate e confuse al seguito di una relazione romantica con un partner preda del narcisismo. Si pensa di essere così innamorati ed improvvisamente le confessioni d’amore unico e per la vita si trasformano in situazioni nelle quali ci si sente trattati come spazzatura. Ci si sente traditi e svalutati, messi in imbarazzo di fronte agli altri. E si finisce a domandarsi come sia possibile riuscire fidarsi ancora di chiunque se si è stati in grado di giudicare in maniera così errata una persona.  

Chiunque abbia subito degli abusi da parte di un soggetto in preda al narcisismo si chiederà come abbia potuto compiere un tale errore – e come poterlo evitare in futuro.

La buona notizia è che la maggior parte delle persone affette da narcisismo, ossia con un Disordine Narcisistico della Personalità (Narcissistic Personality Disorder) sono molto prevedibili. Tendono, infatti, a seguire le stesse trame relazionali ancora ed ancora. E, contrariamente all’idea comune sul narcisismo, i soggetti che ne sono affetti non sono particolarmente devianti. Il narcisismo porta alla manifestazione di segnali costanti che consentono di individuare chi ne è affetto. È possibile imparare a riconoscere i primi segnali d’allarme quando un partner presenta forme di narcisismo manifeste prestando attenzione ai suoi comportamenti nei confronti del proprio compagno ad ogni stadio della relazione. Poi non resta che decidere se ci si vuole assumere la responsabilità di andare avanti.

Perché le persone che manifestano forme di narcisismo tendono all’abuso?

Quando le persone presentano un Disordine Narcisistico della Personalità, interagiscono due elementi nella predisposizione all’abuso:

  1. Sono carenti in empatia empotiva.

L’empatia emotiva è la capacità di provare ciò che prova un’altra persona (o ciò che si immagina stia provando). Avere empatia emozionale decresce la possibilità di voler ferire il prossimo poiché si proverebbe lo stesso dolore. In assenza di empatia emotiva esistono meno motivazioni a prestare attenzione al dolore che le proprie parole o le proprie azioni sono in grado di infliggere al partner.

Il narcisismo può manifestarsi in presenza di “empatia intellettuale” privata del lato emotivo. L’empatia intellettuale è l’abilità di comprendere cognitivamente che si sta causando dolore al prossimo. Richiede che ci si fermi e si pensi a cosa l’altro possa provare in reazione alle proprie azioni. Il narcisismo, di conseguenza, può implicare la comprensione del dolore che si sta provocando al prossimo, ma non porta alle motivazioni necessarie perché ci si preoccupi al riguardo dal momento in cui non si prova niente di negativo in prima persona.

  1. Mancano di “relazioni come oggetto completo” e di “costanza sull’oggetto”.

Una delle ragioni principali per le quali il narcisismo porta le persone ad abusare di coloro che si amano risiede nella mancanza della visione come “oggetto completo” e della “costanza sull’oggetto”. Per una definizione breve: “le relazioni come oggetto completi implicano la capacità di vedere se stessi e le altre persone all’interno di un territorio integrato e realistico, frutto della sintesi tra buone e cattive qualità, di soggetti che si amano e soggetti che si detestano”. Se si possiedono delle relazioni come oggetti completi sarà possibile accettare le imperfezioni del prossimo e continuare a giudicarlo positivamente per le buone qualità che possiede o che restano. “La costanza sull’oggetto”, invece, è la capacità di mantenere la propria positiva connessione emozionale con qualcuno che si ha a cuore nonostante ci si senta arrabbiati, frustrati, amareggiati o feriti da parte di questa persona. La costanza sull’oggetto aiuta a controllare i propri impulsi a ferire qualcuno durante un litigio. La sua assenza rende le persone più propense a danneggiare fisicamente ed emotivamente il proprio compagno.

NOTA: non tutte le persone con sintomi di narcisismo sono inclini all’abuso nella stessa maniera. Il narcisismo si manifesta con una gamma variegata di impulsi differenti presenti in soggetti che possono mettere il proprio partner sul piedistallo per poi denigrarlo verbalmente nel momento in cui realizzano che non si tratti di una persona così perfetta come si sarebbero aspettati, così come in quelli che abusano fisicamente del proprio compagno e cercano di controllare ogni suo movimento — chi possono incontrare, come spendono i propri soldi, quante volte hanno rapporti con i propri familiari ecc…

 

I tre stadi dello schema d’abuso nella Relazione affetta da Narcisismo.

Nonostante ci siano soggetti in cui il narcisismo si manifesta come “gioco” e non sono in cerca di relazioni serie ed a lungo termine, molti soggetti con un Disordine Narcisistico della Personalità desiderano sistemarsi e sposarsi. Sfortunatamente, dal momento in che sono privi di una visione da Relazioni come oggetto completo, tendono ad essere irrealistici nelle proprie aspettative nei confronti del partner. Sono in grado di percepire solo due categorie: perfetto e manchevole.

   Perfetto = Sei fonte di piacere per me adesso.

   Manchevole = Stai facendo qualcosa che non mi piace adesso.

Come risultato, anziché trovare la relazione perfetta a cui anelano, il narcisismo porta i soggetti a ripetere continuamente ciò che viene chiamato lo Schema di abuso nella relazione affetta da narcisismo. Ogni stadio possiede le proprie forme di abuso da narcisismo che è possibile individuare.

STADIO 1: ALLA RICERCA DELL’UNICORNO

All’inizio ci si sente come le creature più rare ed immaginarie del pianeta, come l’unicorno. Il partner ama tutto di noi, perfino i difetti sembrano delle idiosincrasie inconsistenti. Il narcisismo porta chi ne è affetto a forme di estremismo senza sfumature. Quando il narcisista si innamora trova il partner attraente fino ad idealizzarlo ed a credere che sia davanti all’amore della propria vita. Almeno fino a che non lo si delude. Il narcisismo conduce alla costante ricerca dell’attenzione, di regali, messaggi, carinerie e qualsiasi altra cosa possa essere ritenuta una valida prova d’amore e devozione. A questo stadio, mentre il partner è fuori dal proprio campo visivo, e l’affare non è ancora stato chiuso, il narcisista si concentra in tutto e per tutto per convincere il partner a concedergli l’occasione di dimostrare il proprio amore incondizionato. Alcuni narcisisti si limitano a ripercorrere lo “stadio della caccia” ancora ed ancora con diverse persone perché non desiderano realmente avere una relazione con qualcuno che è stato loro “preda”.

Schema dell’abuso

Dopo aver investito un enorme mole si tempo, energie e, talvolta, denaro nel tentativo di convincere il compagno della propria devozione, il soggetto affetto da narcisismo perde immediatamente interesse non appena ha raggiunto il suo obiettivo ed ha, finalmente, la sua preda. Così, il compagno viene lasciato nella sua delusione e si sente disorientato dal fatto che la persona che qualche momento prima ha dichiarato amore folle corrisponde a quella che adesso si vede come un fantasma e non merita nemmeno una risposta ai messaggi che scrivi.

Segni premonitori dell’abuso

  • La natura sopra le righe della loro ricerca è un segnale del loro distacco dalla realtà.

A differenza della maggior parte delle persone che desiderano conoscere in maniera approfondita un potenziale partner prima di intraprendere una relazione seria ed a lungo termine, il narcisismo è caratteristico di coloro che dichiarano di voler pianificare un futuro insieme dopo il primo appuntamento. Potrebbero iniziare col parlare dei luoghi in cui desiderano portarti in vacanza o magari dei molti figli che potreste avere insieme e di dove andranno a scuola.

  • Venerano il tuo mondo.

Potrebbe sembrare un buon segno in apparenza, ma non lo è affatto: ciò che arriva in alto, deve scendere prima o poi. Questo grado di idealizzazione è in realtà un segnale del fatto che il narcisismo porta il soggetto ad una percezione deviata ed irrealistica della persona che frequenta. Si diventa solo la tela su cui proietta le proprie fantasie. Il soggetto con cui il narcisista si interfaccia non è perfetto e di certo non in grado di soddisfare tutte la sua lista dei desideri. Una volta che verrà alla luce la distanza tra le proprie fantasie e la realtà, il narcisista comincerà a serbare rancore e risentimento. Se si è fortunati si limiterà a sparire dalla circolazione.

  • Tutti i loro amori passati sono finiti col lasciarli delusi o amareggiati.

Comunque descriva gli amori passati ed i compagni sarà la stessa maniera con la quale il narcisismo porterà il soggetto a descrivere il partner attuale. Se il narcisista dice sempre di essere deluso dalle persone, sta confessando più di se stesso che degli altri. Se gli si domanda qualcosa a proposito delle relazioni precedenti che non sono andate in porto e ci si sente rispondere che è emerso un distacco completo dalle proprie aspettative o da come il partner sembrava all’inizio, questo è un chiaro segnale che presto si verrà descritti alla stessa maniera.

 

STADIO 2: IL PROGETTO DI COSTRUZIONE

Una volta “in trappola”, gli amanti malati da narcisismo cominciano a rilassarsi e godere della compagnia del partner. Ora hanno il tempo necessario per analizzare il proprio compagno al meglio, così che poco per volta cominceranno a notare le piccole imperfezioni che lo distanziano dalla perfezione. Le idiosincrasie del partner non sembrano più così adorabili, ora che le aspettative sono state deluse. A questo punto è possibile cominciare a riconoscere i chiari sintomi del narcisismo.

Schema dell’abuso

L’amore malato di narcisismo porta il soggetto a suggerire al partner delle maniere in cui dovrebbe cambiare “per il suo bene”: “Se solo acconciassi i capelli diversamente/ lavorassi di più/ indossassi più lingerie sexy o meno sexy, sarebbe ancora meglio. Non vorresti essere meglio? Non vorresti farmi piacere?”. Questo è lo stadio del “Progetto di costruzione” in quanto il narcisista suggerisce le modalità di rinnovamento al proprio partner.

Segni premonitori dell’abuso

Il primo risiede nella maniera con la quale il narcisismo porta il soggetto a reagire al “no” ed ad affrontare il proprio disappunto. La maggior parte delle persone scoprono che un nuovo amore non è perfetto come avrebbero ritenuto e si sentono delusi; è abbastanza normale. Ciò che differenzia il normale disappunto da quello derivante dal narcisismo risiede nella maniera con la quale si reagisce ad un “no” in risposta ai suggerimenti offerti per compiacimento.

  • Normale disappunto:al partner piacerebbe che venissero fatti dei lievi cambiamenti per renderlo felice, ma se davvero il compagno non vuole compierli, è disposto ad accettarlo senza per questo sottovalutarlo o perdere interesse nei suoi confronti. Può occasionalmente ribadire l’argomento, ma è più o meno disposto a convivere pacificamente con l’idea che non vengano eseguiti pedissequamente i propri ordini. Accetta anche l’idea che il partner sia una persona differente e che abbia il diritto di avere le proprie idee.
  • Disappunto narcisistico: il narcisismo porta il soggetto a non riuscire a comprendere perché il proprio compagno voglia rimanere così com’è. Quando si resiste ai suoi suggerimenti si sente offeso – come se lo si avesse criticato. Diventa rabbioso e desidera punire il partner fino a diventare sgradevole. Comincia a sollevare pretesti per litigare su qualsiasi cosa non sia di suo gradimento. I complimenti cominciano a scemare e si convertono in offese. Il partner si torva nel in una situazione nella quale si domanda che fine abbia fatto la persona di cui si è innamorato.

STADIO 3: Svalutazione

Schema dell’abuso

Un giorno ci si svegli a e ci si rende conto che non ci sono più complimenti. Solo critiche.

Segni premonitori dell’abuso

L’atteggiamento critico passa da suggerimenti educati ad insulti: “Sembri un pagliaccio con quel vestito/ odio il tuo profumo/ quando sei diventato così vecchio?….”. Talvolta gli insulti diventano di dominio pubblico e vengono esternati in mezzo agli amici ed il partner affetto da narcisismo non solo comincia a criticare il compagno di fronte agli amici, ma si rivolge a loro nell’insultare il compagno.

L’abuso verbale può subire un’escalation fino a diventare l’unico mezzo di comunicazione. I desideri del compagno vengono ignorati dal narcisismo ed emerge la crudeltà. I litigi diventano diverbi dai toni accesi e si finisce con il pianto isterico o con le grida. In alcune occasioni il rapporto si deteriora fino all’abuso fisico in varie forme. Fino a che non si trova ina maniera di mettere fine all’amore malato, tutto questo diventerà parte della vita del partner di un narcisista.

 

Antonio Fresco – Psicologo a Milano

Seguimi su facebook cliccando “Mi piace” alla pagina “Psicologia per la vita quotidiana“.

Fonte: Psychology Today

Articolo pubblicato da Elinor Greenberg, Ph.D.Understanding Narcissism, pubblicato il 4 agosto 2017,   tradotto e adattato da Silvia Tramatzu e consultabile qui.

Potrebbe interessarti anche I 6 segnali del narcisismo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *